Skip to main content

Istruzione e Ricerca.

Università degli studi di Firenze

Università degli studi di Firenze

piazza san marco 4

Firenze

(FI)

Tel. +39 0552756491

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


La ricerca è uno dei fiori all’occhiello dell’Università di Firenze. L’eccellenza dei ricercatori nelle diverse discipline e la partecipazione a programmi nazionali e internazionali hanno permesso di ottenere ottimi risultati scientifici supportati anche dal flusso finanziario che, dall’esterno, ne sostiene le attività. In tema di trasferimento tecnologico spiccano i brevetti, la costituzione di laboratori congiunti con imprese e la partecipazione a spin-off. A ETE, UniFI porta cinque progetti a cura di diversi dipartimenti: Saturn – Dip. Scienze della Terra e Centro Protezione Civile Saturn è un gruppo di droni dal telaio leggero, capaci di agire nei campi della gestione dei rischi ambientali, della sicurezza pubblica e privata, della conservazione dei beni culturali e dell’agricoltura. FeelHippo – Dip. Ingegneria Industriale FeelHippo è un drone sottomarino leggero e compatto, che esegue operazioni di ispezione subacquea autonome o teleoperate. È dotato di sensori ottici e acustici in grado di realizzare rilievi di alta precisione. Smart Energy Lab – Dip. Ingegneria dell’Informazione Laboratorio congiunto con tre sedi operative in Italia. Unisce il mondo della ricerca universitaria con il settore industriale fornendo soluzioni su misura per il controllo, il monitoraggio e il miglioramento della power quality. Snap4City: Smart City Digital Twin – DISIT Lab Piattaforma 100% open source da applicare alla logistica, ai trasporti e all’ambiente per offrire la rilevazione di anomalie, l’allerta precoce ed effettuare la valutazione del rischio ambientale. Sfrutta l’intelligenza artificiale e le tecnologie dei big data. Mostra Terremoti e Prevenzione – Dip. Ingegneria Civile e Ambientale I frequenti terremoti che colpiscono l’Italia, causando danni ad ambiente, patrimonio ed edilizia, pongono le istituzioni di fronte al problema d’intervenire “a posteriori”. A tutto ciò si può ovviare prevenendo il danno tramite un accertamento delle capacità di risposta delle infrastrutture e l’esecuzione di interventi che innalzino le prestazioni.

Condividi su

Contattaci

Richiesta per
Nome *
Cognome *
Email *
Telefono
Messaggio *
Data di invio della richiesta
Consenso al trattamento dei dati *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto. Consenso esplicito secondo il GDPR 679/2016. Leggi l'informativa sulla Privacy policy.