Quest'anno il Salone del Mobile è un Supersalone

Super User
07 Settembre 2021
Quest'anno il Salone del Mobile è un Supersalone

Design, condivisione, sostenibilità: ecco le parole chiave di cosa vedremo (in tutta sicurezza) al "supersalone" di quest'anno
Si aprirà nel segno della sicurezza, della trasversalità progettuale e dell'impegno green (saranno, infatti, 1,2 milioni i chilogrammi di CO2 non immessi nell'atmosfera grazie al recupero degli allestimenti) l'evento speciale 2021 del Salone del Mobile.

Lo animano oltre 423 brand e 50 designer indipendenti, 170 progetti provenienti da 48 scuole internazionali di design, 20 tra le personalità più influenti del panorama creativo odierno, 110 sedute premiate dal Compasso d'Oro, sei grandi chef, cinque opere cinematografiche selezionate dal MDFF, 200 alberi di Forestami.

La piattaforma digitale del Salone permette di seguire gli eventi su un doppio binario, fisico e virtuale. Proseguono senza sosta i lavori per il Supersalone, affrontati dal curatore Stefano Boeri, dal team internazionale di co-progettisti – Andrea Caputo, Maria Cristina Didero, Anniina Koivu, Lukas Wegwerth, Marco Ferrari ed Elisa Pasqual di Studio Folder insieme a Giorgio Donà, co-founder e direttore di Stefano Boeri Interiors – e da tutto lo staff del Salone del Mobile.

«Ci stiamo impegnando a organizzare questo Supersalone perché crediamo che sia fondamentale tornare a incontrarsi, dialogare e scoprire dal vero i prodotti che le nostre aziende hanno continuato a creare in questi 18 mesi di pandemia. Mai come nel 2020 è mancata la possibilità di avere una visione d'insieme sulla direzione dell'intero settore e questo evento consentirà di scoprire le novità e le prospettive future», commenta Maria Porro, Presidente del Salone del Mobile.Milano.

Protagonista, è un prodotto sempre più innovativo, capace di rispondere adeguatamente alle trasformazioni della struttura sociale contemporanea, al conseguente rapido cambiamento del mercato dell'arredo e alle singole esigenze di ogni cliente. Il riconoscimento dell'importanza e del valore simbolico di questo Supersalone è confermato anche dalla presenza di alte autorità governative e istituzionali, prima fra tutte il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il giorno dell'inaugurazione.

Una delle mostre speciali del Supersalone, è The Lost Graduation Show, a cura Anniina Koivu, che metterà in scena 170 progetti di studenti diplomatisi tra il 2020 e il 2021, provenienti da 48 scuole di design di 22 Paesi sparsi nei cinque continenti. Un unicum nella storia del Salone che vedrà coinvolti tutti i settori del furniture design, ma non solo. Incursioni nel mondo della mobilità, del design inclusivo, medico e sportivo, della ricerca sui materiali e sulla sostenibilità del progetto racconteranno lo stato dell'arte di un intero settore.

Altra importante esposizione sarà Take Your Seat / Prendi posizione – Solitude and Conviviality of the Chair / Solitudine e convivialità della sedia, a cura di Nina Bassoli, in collaborazione con ADI / Premio del Compasso d'Oro. Con 30 sedie insignite del Premio Compasso d'Oro e più di 80 menzioni d'onore, distribuite nei quattro padiglioni del Supersalone, la mostra sarà il racconto dell'oggetto più iconico del design, la sedia appunto, in grado di sintetizzare più di qualunque altro manufatto il valore di una buona progettualità.

A cura di Maria Cristina Didero, il programma del Supersalone sarà ricco di conversazioni, talk, lecture di designer, architetti, artisti, studiosi e manager provenienti da tutto il mondo. I protagonisti cercheranno di rispondere a varie questioni riguardati il design, l'arte, l'architettura, l'educazione, l'economia circolare, l'impatto ambientale, il rapporto tra progetto e curatela e molto altro ancora in una serie di dialoghi o di appuntamenti one man show. Molti i nomi illustri: da Humberto Campana a Bjarke Ingels, da Carsten Höller a Paola Pivi, da Beatriz Colomina a Cecilia Alemani, dai Formafantasma a Philippe Malouin.

Come da tradizione consolidata, anche in occasione di questo evento speciale settembrino, il Salone del Mobile uscirà dai confini della Fiera di Rho per sottolineare e valorizzare il profondo legame con Milano e, nello spirito di una sempre maggiore apertura allo scambio e alla circolazione di idee, cultura e creatività, rinnoverà il dialogo con Triennale Milano, hub cittadino del Supersalone. In questo scenario, il mix tra digitale e presenza fisica garantirà un'esperienza altamente coinvolgente e permetterà a chi non potrà essere in presenza di visionare i prodotti esposti, visitare virtualmente le mostre, assistere ai talk e alle lezioni.

Questo e molto altro ancora è il Supersalone: un progetto speciale grazie a cui il Salone del Mobile vuole farsi promotore e catalizzatore di azioni, pensieri, sentimenti che consentano all'intero settore e a tutta la filiera di ripartire con ottimismo, dando vita a un nuovo Rinascimento.

Fonte: Vanity Fair
https://www.vanityfair.it/lifestyle/casa/2021/09/05/salone-del-mobile-supersalone-milano?refresh_ce=

Iscriviti alla Newsletter di Fiera365

Inserisci nome, cognome e email. Riceverai gli aggiornamenti su tutti gli eventi in programma e sulle news del mondo Sicrea.
Fiera365 - Sicrea srl | eventi, fiere, convegni
© All rights reserved.
Realizzato da dot360.it.
Con il sostegno di
Camera di Commercio di Firenze

SICREA SRL
Progetto co-finanziato dal POR FESR Toscana 2014-2020
Azione 3.1.1. sub-azione 3.1.1a3
"Fondo Investimenti Toscana - Aiuti agli investimenti"

Realtà Aumentata e Beacon: innovare il mercato fieristico con le nuove tecnologie
Nell'ambito del progetto viene sviluppato l'ambiente tecnologico di un nuovo modello di fiera, la "fiera aumentata", che unisce le caratteristiche della fiera tradizionale con le opportunità delle nuove tecnologie.
Tale ambiente è composto da un sito che offre servizi digitali a espositori e visitatori, un'app multifunzione e funzionalità in Realtà Aumentata e Beacon per garantire l'animazione e la sicurezza delle manifestazioni.

PorCreo Regione Toscana Sicrea